come riconoscere cintura uomo vera pelle

Cinture uomo: come riconoscere una cintura in vera pelle

Come riconoscere le cinture uomo in vera pelle?

Iniziamo col dire che le cinture uomo sono un elemento indispensabile nell’abbigliamento maschile e, anche se in misura minore, in quello femminile.

La cintura non è semplicemente un accessorio per mantenere il pantalone, ma un vero e proprio oggetto di stile e moda. Potete decidere di abbinare le cinture alle scarpe, all’orologio, creare combinazioni con diverse sfumature dello stesso colore oppure realizzare contrasti tra i diversi toni del vostro outfit, ma non dimenticate di indossarla per dare un tocco di personalità al vostro modo di vestire.

Oggi ci soffermiamo sulla scelta delle cinture uomo in pelle e cercheremo di darvi qualche consiglio su come riconoscere una cintura uomo in vera pelle distinguendola da una sintetica.

5 modi per riconoscere una cintura in vera pelle

È sicuramente importante imparare come riconoscere la vera pelle da quella sintetica, per evitare di essere del tutto impreparati quando si acquistano cinture in vera pelle.

Come spesso accade, i nostri clienti ci chiedono consigli e suggerimenti e noi, prontamente, cerchiamo di soddisfare la loro curiosità.

Iniziamo col dire che il problema di dover distinguere una cintura da uomo in pelle da una sintetica nasce a causa dell’esistenza di una serie di tessuti che sebbene sembrino identici, nella composizione, alla vera pelle, di vero non hanno assolutamente nulla. In particolare, troviamo cinture uomo in eco-pelle, finta pelle, pelle rigenerata, che nulla hanno in comune con la vera pelle, la cui finitura naturale è decisamente più ricca ed elegante.

Anche all’occhio dei più esperti può palesarsi la difficoltà di distinguere una cintura da uomo in vera pelle rispetto ad altri materiali, alcuni accessori sono realizzati in maniera talmente impeccabile che solo il tempo può svelare l’inganno perché, vedremo tra un po’, le cinture in finta pelle si romperanno in maniera irreparabile.

Con questo articolo vogliamo darvi 5 consigli utili e verifiche da effettuare per poter riconoscere con facilità cinture uomo in vera pelle da quelle sintetiche.

Ad eccezione della prima verifica, che dipende solo dal tempo, le altre sono prove che potete fare tranquillamente sulle vostre cinture, senza timore di rovinarle.

Le ultime due, invece, sono leggermente più delicate, perché nel primo caso si potrebbe rovinare la cintura, nel secondo tutto dipende dalla tipologia di pelle.

come riconoscere la vera pelle

Ecco qui di seguito 5 modi e prove che potete fare per distinguere una cintura uomo in vera pelle da una in pelle sintetica:

  1. Le cinture uomo in vera pelle si consumano in maniera diversa.
    È solo un altro modo per dire che durano di più, rispetto ad un accessorio che non sia in vera pelle. Una cintura uomo che si usura non si sbriciola, ma fa venir fuori solo il sottostrato del cuoio, mentre una cintura uomo in finta pelle diventa fragile e piena di crepe che al solo toccarle si sgretolano.
  2. Lo strato interno della cintura uomo in pelle è quasi scamosciato.
    Tagliate una cintura, magari quando dovete accorciarla, e guardate l’interno della parte più spessa e bombata: se è simile al camoscio, senza filamenti, allora è vera pelle, se invece fuoriescono fili di tessuto bianco, simili alla garza, allora è sicuramente stata riprodotta e non è, quindi, vera pelle.cintura uomo vera pelle
  3. La cintura uomo in vera pelle ha un odore inconfondibile.
    L’odore della cintura in vera pelle non si può descrivere, ma sicuramente se l’annusate, anche a distanza di anni, vi rendete conto immediatamente se è vera oppure no. La finta pelle non avrà odori o, se li emana, saranno sicuramente più simili alla nafta.
  4. Una cintura uomo in vera pelle, se bruciata, raggrinzisce.
    Come dicevamo, questa prova potrebbe danneggiare la vostra cintura. Se davvero volete essere sicuri della sua qualità e non volete rovinarla, allora tagliatene solo un pezzo, anche di pochi centimetri (se potete leggermente accorciarla) e prendete un accendino.
    Lasciatelo agire circa 20-30 secondi, se lo spezzone di cintura è in vera pelle allora inizierà a raggrinzirsi leggermente e cambierà colore emanando un cattivo odore, molto forte, ma non di plastica bruciata, cosa che accade nel caso in cui la cintura non è in vera pelle.
    Oltre al nauseabondo odore di plastica bruciata, una cintura uomo in finta pelle a contatto con il fuoco, inizierà a formare una serie di bollicine, appunto come se bollisse. 
  5. Una cintura uomo in vera pelle assorbe l’acqua.
    Anche su questo punto, occorre prestare molta attenzione perché dipende dal pellame.
    In genere, se provate a versare una goccia d’acqua su una cintura in vera pelle, vedrete che dopo qualche secondo la pelle avrà assorbito l’acqua senza che i tessuti si siano alterati. Una cintura in finta pelle, invece, non assorbe l’acqua e la goccia rimarrà lì fino a quando non l’avrete asciugata.Perché questa prova è relativa? Perché è vera se parliamo di cinture uomo in camoscio, ma non lo è se parliamo di cinture di vernice o se la cintura in pelle di vitello ha subito un trattamento idrorepellente. In questo caso, anche se è vera pelle, non assorbirà comunque l’acqua.

Infine, la vera pelle ha anche disomogeneità di colori, dunque ogni sfumatura è diversa dall’altra, ma questo è molto difficile da stabilire nel caso delle cinture, quindi, ci fermiamo ai consigli che abbiamo appena indicato.

Una storia vera sulle cinture uomo

A proposito di una delle prove da fare per distinguere una cintura in vera pelle da una in pelle sintetica, ho un aneddoto da raccontarvi, cari amici.

Circa 3 anni fa, ero ad una fiera del pellame per rappresentare la mia azienda. La mattina del secondo giorno si avvicina un signore, interessato alle nostre cinture uomo in pelle artigianali e inizia a guardarle una per una.
Cominciamo a chiacchierare piacevolmente e lui mi dice che è un importatore di divani in pelle e che sta cercando di ampliare il suo business, introducendo le cinture e gli accessori in pelle. Felicissimo, gli propongo una partnership e lui mi risponde che stava valutando anche un’altra azienda, da cui aveva comprato la cintura che aveva indosso. Aggiunge che l’aveva pagata tanto e che gli sembrava di una qualità migliore delle nostre.

Sono nato tra le pelli e cresciuto vedendo mio nonno e mio padre realizzare cinture in vera pelle, so riconoscere una cintura uomo in pelle vera da una sintetica, quindi mi permetto di dirgli, con garbo, per non offenderlo dato che si proclamava esperto, che la cintura che aveva acquistato era in realtà in finta pelle.

Risentito, mi dice che non era possibile che fosse stato ingannato.
Sicuro di quello che avevo affermato, gli chiedo di togliersi la cintura e il permesso per poterglielo provare. Lui accetta, prendo l’accendino e inizio a dar fuoco alla sua cintura sulla punta; dopo neanche 10 secondi inizia a bollire, emanando un odore intenso di plastica bruciata. Per ulteriore conferma, prendo una delle mie e faccio la stessa cosa. Ovviamente, non bolle, ma si raggrinzisce leggermente.

Insomma, com’è andata a finire? Alla fine ha gettato via la cintura che aveva acquistato dall’altra azienda, gliene ho regalato una delle mie, e ha continuato a commercializzare solo divani in pelle…spero per lui, a questo punto, vera.

Detto questo, vi lasciamo aperto il dibattito: siete d’accordo, avete altri modi per distinguere la vera pelle da quella sintetica?

Orazio Del Vecchio

Ciao, sono Orazio Del Vecchio, titolare de La Bottega Del Calzolaio.
La mia azienda è nata nel 1916, io qualche anno dopo, nel 1987 😉
Sono sposato e papà di due meravigliosi bambini, che spero seguiranno le mie orme, come ho fatto io con mio padre.
Insieme a mio padre e a mio fratello Luca mi occupo della Bottega di famiglia che negli anni è cresciuta fino a contare 5 punti vendita sparsi sul territorio e un negozio online fornitissimo di prodotti per la cura del piede, della scarpa e cinture da uomo artigianali, di nostra produzione.
Tra un lavaggio a secco e una rigenerazione di colore, cerco sempre di ritagliarmi il tempo per scrivere del mio lavoro e darvi consigli su come prendervi cura delle vostre scarpe e come trattare i vostri piedi.
Se avete bisogno di me, scrivetemi o commentate gli articoli, sarò felice di rispondervi! 😀

Altri articoli - Acquista i prodotti su La Bottega del Calzolaio

Seguici su:
TwitterFacebookPinterestGoogle PlusYouTube

Commenta questo articolo
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *