Dismetria degli arti inferiori

Oggi parliamo di dismetria degli arti inferiori, un problema molto più comune di quanto si creda, perciò, cari amici, mettetevi comodi e leggete questo approfondimento su cos’è la dismetria e come curarla.

Prima di iniziare, facciamo una premessa doverosa sulla dismetria degli arti inferiori: probabilmente, leggendo, vi sembrerà di soffrire di questa patologia, state tranquilli, potrebbe trattarsi di altro, anche perché non è così semplice diagnosticare la dismetria.

Cerchiamo, quindi, di approfondire e capire cos’è, per poi passare ad analizzare le conseguenze e i rimedi della dismetria.

Cosa è la dismetria degli arti inferiori

Dismetria degli arti inferiori è una patologia che indica una differenza di lunghezza degli arti inferiori; in parole più semplici, la dismetria è la condizione in cui si ha una gamba più corta dell’altra.

Nella dismetria, le due creste iliache non sono alla stessa altezza.

La dismetria è anche conosciuta con il nome di eterometria che è, in realtà, anche il modo più corretto di definire questa condizione. Tuttavia, l’uso improprio, ma più noto, di dismetria, ci porta ad identificarla con questo particolare stato.

Prima abbiamo detto che è difficile effettuare una diagnosi fai da te della dismetria degli arti inferiori, ma perché?

Se considerate che gli arti inferiori sono costituiti da tre componenti diverse alle cui estremità troviamo anca, ginocchio e articolazioni, potete intuire che il loro posizionamento non può essere identico per entrambe le gambe e può facilmente dar luogo ad una variazione della lunghezza globale dell’arto.

Insomma, non allarmatevi se vedere una leggera differenza di lunghezza tra una gamba e l’altra, in moltissimi casi è perfettamente normale, in altri, può non dipendere dalla dismetria, ma anche da altre cause, come il ginocchio valgo, il piede valgo, l’anormale ossificazione del bacino o una sua leggera rotazione.

Come diagnosticare la dismetria degli arti inferiori

Per individuare la dismetria, è necessario ricorrere al supporto di esami specifici (radiografia, scansioscintigrafia, test osteopatici), ma anche all’attenta osservazione del paziente, che viene esaminato dall’ortopedico sia in posizione eretta, sia seduto (in quest’ultimo caso, per escludere che l’eventuale dismetria dipenda dal bacino: se da seduto, il bacino è perfettamente allineato, allora il problema, se esiste, dipende dalle gambe).

Quando si diagnostica la dismetria degli arti inferiori, le cause solitamente sono di due tipi: spesso sorge a seguito di incidenti, interventi chirurgici o eventi traumatici (cause post-traumatiche), ma altrettante volte è di natura congenita (cause malformative), in entrambi i casi solo un’attenta valutazione può condurre alla giusta diagnosi della dismetria.

Nel frattempo, vi consigliamo un rapido test fai da te per capire se avete una gamba più corta dell’altra, purché non vi allarmiate più del necessario, perché se la dismetria è lieve, esistono moltissimi rimedi e soluzioni per riempire il vuoto e fare in modo che le gambe abbiano la stessa altezza.

Test per verificare la dismetria in 5 passaggi

  1. Indossate gli slip e mettetevi davanti ad uno specchio che rifletta interamente la vostra immagine, fino ai piedi;
  2. Fate dei respiri profondi per rilassare il corpo e portare le spalle allo stesso livello (se a questo punto vi rendete conto che le vostre spalle non sono allineate, non preoccupatevi, perché probabilmente sarà colpa dello sport che praticate e sicuramente prevede il prevalente utilizzo di un braccio rispetto all’altro. La spalla dell’arto più utilizzato sarà sicuramente un po’ più bassa , ma non è rilevante);
  3. Osservate adesso le creste iliache (il bacino) e toccate le ossa nella parte anteriore dei fianchi per verificare se sono allo stesso livello (vedrete le vostre dita nello specchio e vi renderete conto immediatamente se sono alla stessa altezza oppure no);
  4. Se sono alla stessa altezza, non dovete fare nulla, se invece vi è una leggera differenza, predente qualche rivista o un libro e inseritelo sotto il piede della gamba più corta e controllate nuovamente, fino a che le vostre dita (e quindi le ossa del bacino, dx e sx) non saranno alla stessa altezza.

Facile vero!? Ci siete riusciti?

Di solito, una normale dismetria comporta fino a 1 cm o 2 cm di differenza tra la destra e la sinistra, se è maggiore, consultate un ortopedico per approfondimenti.

Dismetria degli arti inferiori: sintomi e rimedi

Spesso la condizione non è dolorosa, altre volte può sorgere un dolore simile a quello che si prova quando si infiamma il nervo sciatico, quindi dai glutei e lungo il tratto del femore.

Alcuni lamentano, anche se non in modo continuo, anche il classico mal di schiena di natura muscolare, dovuto alla gamba più corta, ma anche conseguentemente dei muscoli che lavorano male proprio a causa del disallineamento.

Uno dei sintomi della dismetria degli arti inferiori può manifestarsi anche attraverso un dolore a ginocchio e caviglia della gamba più lunga, che è sovraccaricata da un peso maggiore proprio in virtù di questa diversa distribuzione.

I rimedi della dismetria

E veniamo finalmente ai rimedi della dismetria degli arti inferiori, sui quali non esiste una unanimità di vedute.

Quando la dismetria non è particolarmente grave, il miglior rimedio è costituito da una soletta alzatacco che si posiziona sotto la pianta del piede e fornisce il rialzo necessario alla gamba più corta per riportarla alla stessa altezza dell’altra.

Per dismetrie che non superano i 2 cm o 3 cm il rialzo costituisce una buona soluzione (è preferibile scegliere una soletta alzatacco più bassa di qualche millimetro rispetto alla dismetria), per gambe più corte di quella lunghezza è preferibile comunque consultare il medico e valutare una correzione chirurgica, se lo specialista lo ritiene opportuno.

In alcuni casi, si consigliano anche una serie di esercizi per curare la dismetria, i più comuni sono esercizi di stretching (incrociato, stretching per i muscoli posteriori e stretching dell’anca), esercizi che il più delle volte vengono svolti con schiena sul pavimento e servono ad aumentare leggermente l’allungamento della gamba più corta.

dismetria arti inferiori esercizi

In caso di dismetria è molto utile anche camminare molto, evitando però, passi troppo lunghi.

In ogni caso, si tratta di consigli basati sulla nostra esperienza e sui feedback che quotidianamente riceviamo dai nostri clienti, ma una visita specialistica è sempre consigliata per valutare il grado di dismetria e trovare una terapia utile per combattere il disturbo.

Solette alzatacco dove comprarle

Abbiamo visto che tra i rimedi più utili e immediati per risolvere problemi di gamba corta, troviamo le solette alzatacco.

Di norma, si tratta di solette alzatacco con rialzo in sughero rigido, utili per evitare che il peso della gamba le deformi facendo perdere la funzione di supporto e rialzo.

È preferibile, inoltre, scegliere solette che abbiano il rivestimento superiore in pelle naturale, per renderle comunque traspiranti e antisudore, proprio perché si tratta di prodotti a contatto con il piede.

Queste particolari solette sono disponibili in diverse altezze per risolvere problemi di gamba corta da 1 cm, fino a 3 cm, ma anche per lievissime dismetrie da 0,5 cm.

Dove comprare queste solette alzatacco? Sicuramente dal vostro calzolaio di fiducia, purché sia fornito di prodotti per la cura del piede, in farmacia, dove sicuramente potranno consigliarvi al meglio, ma anche online, su portali che trattano le migliori marche di prodotti per la cura del piede, così da essere sicuri di scegliere articoli di qualità, che potranno risolvere il vostro problema.

Qui, se volete, ne trovate alcuni, selezionati accuratamente per voi.
In ogni caso, per qualunque dubbio, scriveteci nei commenti e saremo felici di aiutarvi. 😉

Commenta questo articolo
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Orazio Del Vecchio

Ciao, sono Orazio Del Vecchio, titolare de La Bottega Del Calzolaio.
La mia azienda è nata nel 1916, io qualche anno dopo, nel 1987 😉
Sono sposato e papà di due meravigliosi bambini, che spero seguiranno le mie orme, come ho fatto io con mio padre.
Insieme a mio padre e a mio fratello Luca mi occupo della Bottega di famiglia che negli anni è cresciuta fino a contare 5 punti vendita sparsi sul territorio e un negozio online fornitissimo di prodotti per la cura del piede, della scarpa e cinture da uomo artigianali, di nostra produzione.
Tra un lavaggio a secco e una rigenerazione di colore, cerco sempre di ritagliarmi il tempo per scrivere del mio lavoro e darvi consigli su come prendervi cura delle vostre scarpe e come trattare i vostri piedi.
Se avete bisogno di me, scrivetemi o commentate gli articoli, sarò felice di rispondervi! 😀

Altri articoli - Acquista i prodotti su La Bottega del Calzolaio

Seguici su:
TwitterFacebookPinterestGoogle PlusYouTube