Ballerine che fanno male dietro al tallone

Scarpe e ballerine che fanno male dietro al tallone: rimedi

Le donne lo sanno, le scarpe fanno male dietro al tallone, soprattutto quando sono nuove e vengono indossate per la prima volta.

Se potete, indossate le scarpe nuove quando non vi servono, magari in casa, cosicché mentre le scarpe si adattano al vostro piede, il tallone si abitua all’attrito, almeno in parte. Quando non è possibile e quando non si riesce comunque ad evitare il dolore ai talloni, allora occorre trovare una soluzione alternativa.

Noi de La Bottega del Calzolaio consigliamo due rimedi per evitare che si formino vesciche dietro al tallone sia nel caso di ballerine sia nel caso di scarpe con tacco.

Ballerine che fanno male: come curare le vesciche ai piedi

Quando le ballerine fanno male è spesso perché sono nuove e, soprattutto in seguito ai primi utilizzi, causano vesciche al tallone.

Naturalmente, sarebbe consigliabile prevenirne la formazione e visto che le vesciche ai piedi sono causate dalle calzature strette o, più frequentemente, dallo sfregamento dei bordi rigidi delle scarpe nuove dietro al tallone, si consiglia di utilizzare un paio di salvacalze ed evitare incerottamenti del tallone profondamente antiestetici. Che si tratti di salvacalze in gel, lattice  (ci sono due varianti per il cuscinetto antiscivolo in lattice: rosa e nero, per adattarsi a qualunque colore di ballerina) o lattice e camoscio, si tratta di prodotti autoadesivi che vanno applicati sul retro delle ballerine per creare spessore, evitare che la ballerina scivoli sul tallone e impedire che il bordo rigido e nuovo della scarpa tagli il tallone nel camminare.

Salvacalze antiscivolo in gelSalvacalze antiscivolo in lattice rosaSalvacalze antiscivolo in lattice neroSalvacalze antiscivolo in lattice e camoscio

Scarpe che fanno male: come evitare le vesciche al tallone.

Le scarpe con il tacco alto allo stesso modo delle ballerine, possono causare vesciche al tallone, sia a causa del bordo rigido delle scarpe nuove e sia perché il piede può scivolare dalla scarpa e provocare lo sfregamento che porta alla formazione delle vesciche.

Anche in questo caso, per prevenirne la formazione possiamo utilizzare il salvacalze antiscivolo descritto per le ballerine, ma non solo. In questo caso, si può inserire, all’interno della scarpa nuova un alzatacco che, sollevando leggermente il tallone, evita l’attrito del bordo rigido sul tallone stesso.

Alzatacco per evitare dolore al tallone

Anche in questo caso si tratta di un prodotto autoadesivo molto resistente, realizzato in lattice con rivestimento in pelle naturale che garantisce traspirabilità e morbidezza.

Vesciche al tallone: rimedi naturali

Ci capita spesso di ricevere richieste di consigli e soluzioni da parte di donne che a causa di ballerine e scarpe col tacco nuove, hanno forti fastidi al tallone e nei casi più gravi vere e proprie vesciche. In quel caso, noi consigliamo di utilizzare, per il futuro, i prodotti di cui abbiamo parlato. Naturalmente se la vescica si è già formata, ci sono alcuni rimedi tradizionali che può essere utile conoscere per curarla in maniera naturale.

Soluzione 1

  1. Lavare la zona intorno alla vescica con acqua calda e sapone o oli essenziali per ammorbidire la pelle;
  2. Asciugare bene per togliere tutta l’umidità estremamente dannosa per le vesciche;
  3. Cospargere il piede di talco;
  4. Indossare infradito o scarpe scalzate che non tocchino la zona con le vesciche e aspettare che guarisca da sola.

Naturalmente questo rimedio non è adatto se non avete modo e tempo di aspettare che la vescica guarisca da sola, dunque passiamo alla soluzione 2.

Soluzione 2

  1. Lavare la zona intorno alla vescica con acqua calda e sale per ammorbidire la pelle e pulire la zona dalla sporcizia;
  2. Sterilizzare un ago o la punta di un coltello usando alcool o acqua bollente oppure utilizzare un ago ipodermico sterile;
  3. Bucare la bolla inserendo delicatamente l’ago e far uscire tutto il liquido;
  4. Non togliere la pelle morta che copre la vescica, aiuta a proteggere la pelle viva dalle infezioni;
  5. Disinfettare la zona della vescica e coprire con una garza, una benda o un cerotto (meglio utilizzare medicazioni poco aderenti per evitare di strappare la pelle in cicatrizzazione);
  6. Togliere le medicazioni quando si è a casa o si ha la possibilità di tenere il tallone all’aria aperta.

In alternativa, se non si vuole bucare la vescica, si può coprire la zona con una medicazione soffice facendo attenzione a non incollare la bolla e cambiarla ogni giorno.

E voi cosa usate per prevenire la formazione di vesciche dietro al tallone o per curarle? Lasciateci un commento, se vi fa piacere!

Orazio Del Vecchio

Ciao, sono Orazio. Insieme a mio padre, Gerardo, e ai miei fratelli, Luca, Emanuele e Francesco, gestiamo La Bottega del Calzolaio, l'azienda di famiglia che è nata nel 1916. Sono sposato e papà di due meravigliosi bambini, che spero seguiranno le mie orme, come ho fatto io con mio padre. La Bottega del Calzolaio conta oggi 5 punti vendita sparsi sul territorio e un negozio online fornitissimo di prodotti per la cura della scarpa, la cura del piede e cinture da uomo artigianali, di nostra produzione. Tra un lavaggio a secco e una rigenerazione di colore, cerco sempre di ritagliarmi il tempo per scrivere del mio lavoro e darti consigli su come prenderti cura delle tue scarpe e come trattare i tuoi piedi. Se hai bisogno di me, lasciami un messaggio o commenta gli articoli, sarò felice di risponderti! 😉

Altri articoli - Acquista i prodotti su La Bottega del Calzolaio

Seguici su:
TwitterFacebookPinterestYouTube

Commenta questo articolo
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *