borse firmate usate

Perché il mercato delle borse firmate usate sta vivendo un’ascesa incredibile da qualche anno?

Se stai leggendo questo articolo, sicuramente hai cercato informazioni a riguardo e prima di dirti come e dove comprare o vendere borse usate di lusso, mi piacerebbe condividere con te la mia personale opinione su questo fenomeno.

Sembrerà una banalità, ma le borse usate soddisfano due esigenze particolari: da un lato, per chi le cerca e le acquista, la voglia di indossare una borsa di lusso potendola avere ad un prezzo più accessibile a noi comuni mortali, dall’altro, per chi le vende, la possibilità di sbarazzarsi di un regalo poco gradito (eh sì, può capitare) o di vendere una borsa indossata pochissime volte e non lasciarla nell’armadio rimettendoci l’intero valore (recuperando almeno una parte del costo per comprarne altre, ad esempio).

Spessissimo ricevo richieste di donne da tutta Italia che hanno comprato borse di seconda mano e vogliono rigenerarle, effettuare piccole riparazioni o disinfettarle; pensa che mi contattano ancora prima di comprarle!

Eh sì, mi inviano la foto della borsa che hanno visto e chiedono, ad esempio, la possibilità di farla tornare come nuova se ha qualche segno di usura o ripararla se ha i manici rovinati o il colore leggermente sbiadito. È sorprendente anche il numero di persone che vogliono vendere la loro borsa usata e prima di farlo, per farne aumentare il valore di vendita, vogliono rigenerarla e farla tornare come appena acquistata.

Ecco perché ho pensato di approfondire questo argomento e dare qualche consiglio sia a chi vuole comprare borse firmate usate sia a chi vuole vendere le proprie borse di seconda mano.

Ma prima, lasciami fare una piccola precisazione sulla differenza tra borse vintage e borse usate, perché spesso questi due termini vengono usati in maniera sbagliata.

Borse vintage e borse usate: qual è la differenza?

Come ti dicevo, qualche volta sento fare confusione tra borse vintage e borse usate, suscitando anche equivoci inutili!

Tecnicamente una borsa vintage può essere così definita se ha almeno venti anni di età (pensa al nome: vintage). Le borse usate, invece, sono quelle di seconda mano e possono anche essere borse nuovissime, comprate e poi, per diversi motivi, messe in vendita.

Le borse vintage sono una vera e propria passione per alcune donne: accessori retrò che conservano un senso di ricercatezza ed esclusività che si è perso negli ultimi anni. Le borse vintage sono un lusso, rappresentano la possibilità di distinguersi con pezzi non più prodotti o di maison che non esistono più; possono anche essere di seconda mano, costose oppure no. Chi sceglie una borsa vintage apprezza il fascino della storia che quell’accessorio ha vissuto, si tratta di collezionisti, nostalgici, persone che, a torto o a ragione, spesso si considerano una vera e propria élite che conosce e apprezza gli accessori belli e rari di un tempo.

Le borse di seconda mano, invece, sono più nuove, più alla moda, secondo alcuni anche più belle rispetto alle vintage. Si comprano per realizzare un sogno, ma a prezzi più accessibili rispetto al “nuovo”, e solitamente quelle di lusso si vendono perché non sono quelle che volevi, perché hai cambiato gusti e vuoi fare spazio a nuove luxury bag, dando nuova vita alle borse firmate usate che hanno una maggiore qualità e quindi più mercato.

Chiarito questo aspetto, ecco dove puoi comprare e vendere borse usate firmate originali.

Dove comprare e vendere borse firmate usate originali

Comprare e vendere borse usate firmate, purché siano originali, non è difficile, basta solo trovare il canale giusto.

Ce ne sono tanti, ma io ti consiglio DEPOP, un’app ideata da un giovane imprenditore italiano per vendere accessori di seconda mano, specializzata nel settore moda e arte.

Depop è il paradiso del Second Hand dove tutto riacquista un valore e puoi trovare anche borse ormai introvabili sul mercato. Pensa che anche la Ferragni, la Marcuzzi, Chiara Nasti e altri personaggi famosi vendono borse e accessori su Depop e tu puoi seguire i loro account per sapere cosa mettono in vendita.

Ora ti dico come funziona Depop, sia che tu voglia comprare, sia che tu voglia vendere borse usate firmate e poi ti darò qualche consiglio utile per evitare truffe.

borsa firmata

Come funziona Depop

Su Depop hai a disposizione un catalogo con oltre 350.000 prodotti in vendita, hai solo l’imbarazzo della scelta.

Che tu voglia comprare o vendere su Depop, poiché è un’App, la prima cosa da fare è scaricarla gratuitamente dall’Apple Store o dal Play Store di Google e registrarti (puoi farlo anche tramite il tuo account Facebook o Google).

Se vuoi comprare borse usate su Depop, appena entrata nell’App, vedrai subito la funzione “Esplora”, una vetrina dove ti verranno mostrati accessori che hanno suscitato l’interesse della community, accessori di venditori con tante recensioni positive e immagini nitide e ben realizzate.

Se sai già cosa cercare, puoi fare una ricerca personalizzata cliccando sulla lente di ingrandimento che trovi nella barra in basso: digita la borsa di marca che ti interessa (ad esempio, puoi cercare borse Louis Vuitton usate, Gucci, Chanel, Fendi, The Bridge, O’bag usate e così via), premi invio o la lente e compariranno tutte le borse di seconda mano disponibili della marca che hai scelto.

A questo punto, guarda le foto, leggi le recensioni, scegli quella che ti piace, manda un messaggio privato al venditore se hai bisogno e acquista la tua borsa usata a prezzi stracciati.

Potrebbe capitarti un vero affare, pensa ad esempio ad una borsa Gucci con i manici rovinati e gli angoli sgranati a soli 150 €. In questo caso, NON puoi lasciartela scappare, perché noi te la possiamo riparare. Inviaci la foto della borsa, ti faremo un preventivo e se accetti, compri la borsa, veniamo a ritirarla, la ripariamo, e te la rispediamo a casa.

Senza che tu debba preoccuparti di niente, avrai la tua borsa usata come nuova!

borsa balenciaga

Puoi usare il servizio ovunque tu sia e con qualunque tipologia di borsa o scarpe.

Se invece vuoi sapere come vendere su Depop, devi sempre scaricare l’App e registrarti, eventualmente avere anche un conto PayPal, come metodo di pagamento accettato da Depop per regolare gli scambi commerciali.

A questo punto, devi usare la piattaforma un po’ come Instagram: clicca sulla macchina fotografica che trovi al centro della barra in basso e scatta le foto alle borse firmate che vuoi vendere.

Dopo aver fatto le foto alla borsa usata che vuoi vendere (puoi caricare fino a 4 foto), inserisci la descrizione del prodotto, il prezzo, gli hashtag che ritieni opportuni e indica anche la modalità di spedizione ed i costi (a tuo carico, ma se tu e l’acquirente siete nella stessa città puoi anche valutare una consegna a mano).

Due consigli:

  1. evita foto banali delle borse, cerca di dare all’utente immagini chiare e magari contestualizzate così da attirare più like (sì, è possibile mettere il like alle foto);
  2. evita di fare la cresta sulle spese di spedizione, perché gli utenti non apprezzerebbero e potrebbero lasciare pessime recensioni.

La registrazione a Depop è gratuita, ma ovviamente il servizio di vendita non lo è: ogni transazione prevede il 10% di commissioni sull’ammontare totale compreso di spese di spedizione, in più devi considerare anche la commissione del servizio di pagamento di PayPal (circa il 3,4% + 30 centesimi per ogni transazione).

Se vuoi vendere la tua borsa firmata usata ad un prezzo più alto, deve essere veramente in ottime condizione e se non lo è, puoi rimetterla a nuovo ancora prima di metterla in vendita. Prova il nostro servizio di calzolaio online, ritiriamo la borsa, la rimettiamo a nuovo e te la riconsegniamo a casa cosicché tu possa ricavarne un valore maggiore.

borsa chanel

Consigli per comprare borse firmate usate come nuove

Su Depop è severamente vietato vendere materiale contraffatto, ma qualche volta si trovano borse di Louis Vuitton con la X, tanto per dirne una. Nel caso in cui trovassi accessori contraffatti (se non apertamente dichiarato), potrai segnalarli per farli rimuovere, così come per difetti non segnalati, hai diritto ad ottenere un rimborso. Inoltre, le transazioni sono sicure e tracciate, così da risalire agevolmente ad utenti con cattive intenzioni. Poiché si tratta di transazioni di alto valore, ti consiglio di completarle sempre sull’App per avere garanzie e tutela.

Oltre a Depop, ti consiglio altri due siti italiani dove puoi comprare con sicurezza e convenienza borse di lusso usate: Garde Robe Italy che vende online e ha sede a Roma e Lesley Shop,  che ha solo negozi fisici a Roma e Milano.

So quanto è vasto il mondo della vendita di borse usate di marca, ecco perché, in generale, se compri o vendi online borse usate firmate, è importante prendere alcuni accorgimenti:

  1. Valuta attentamente le condizioni della borsa (è importante che ci siano foto dettagliate e veritiere) e l’autenticità (controlla sempre, almeno dalle foto, che il marchio effettivo sia ben visibile e originale); il logo in prima istanza e poi i materiali, possono aiutarti a riconoscere il falso.

    1.1 È difficile riconoscerli se sono fatti bene, ma qualche particolare può sempre sfuggire, quindi aguzza la vista e cerca il dettaglio. Le famosa doppia G di Gucci, ad esempio, non sono mai allineate lungo le cuciture e il logo si trova ovunque, sia internamente che su cerniere e borchie; per Louis Vuitton le due lettere intrecciate L e V sono sempre piene e mai interrotte da cuciture o cerniere, inoltre il famoso modello Speedy ha sempre un lato con il logo monogram al contrario, perché viene utilizzato un unico pezzo di tessuto per crearle; per Prada, verifica che nella scritta la stanghetta della seconda A sia più lunga della prima.louis vuitton
    1.2 Quanto ai materiali, invece, considera che la pelle, ad esempio, è un requisito fondamentale, perché è quasi impossibile che un accessorio griffato classico possa essere in eco-pelle o addirittura in plastica. L’olfatto ti viene quindi in aiuto per riconoscere l’originalità del prodotto. Ad esempio nelle borse di Louis Vuitton, che sono per altro le più imitate, i manici sono in pelle naturale non tinta, sono colorati di rosso ai lati e cuciti con un filo giallo; per giunta con il tempo si anneriscono e in generale la pelle di quelle borse si scurisce con l’usura. Le borse di Hermès poi si distinguono per una pelle morbidissima, sia all’interno che all’esterno.

  2. Leggi la politica di reso del sito su cui acquisti la borsa usata, è vero che noi possiamo riparare borse di qualunque tipo, ma è anche vero che se proprio un determinato lavoro non si può fare, non è giusto che tu non possa restituire l’articolo.
  3. Se presenti (e se non presenti, fai attenzione), consulta sempre le recensioni dei venditori, sia quelle buone che quelle negative, facendo ben attenzione in entrambi i casi che siano veritiere (alle volte sia concorrenti che le aziende stesse lasciano recensioni che possono influenzare le idee del cliente), ti daranno molte informazioni sul venditore e su come si comporta.
  4. In caso di dubbi, chiedi informazioni e foto aggiuntive sulla borsa che hai intenzione di comprare e verifica le informazioni (ad esempio, la corrispondenza tra il modello, l’anno di acquisto e il codice della borsa), sicuramente la persona che sta vendendo la sua borsa firmata conosce i dettagli richiesti (anno, collezione, costo).
  5. Scegli sempre negozi online seri e affidabili se decidi di acquistare una borsa griffata di seconda mano, perché il mercato dei falsi è uno dei più proficui ed è facilissimo cadere in errore. Oltre ai dettagli, quindi, assicurati che il sito da cui stai comprando abbia la garanzia di autenticità delle borse usate che vende. Esistono anche dei siti che certificano l’autenticità delle borse, cercando sul web ne ho trovato alcuni che ti segnalo, anche se sono in inglese: Purse Forum, Authenticate 4US, Caroldiva, Etinceler.

Spero che questi consigli ti siano utili, in ogni caso, prima o dopo aver comprato (o prima di vendere) la tua borsa firmata usata, se hai bisogno di farla tornare come nuova, sappi che il servizio di calzolaio online certificato è a tua disposizione.

Commenta questo articolo
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Orazio Del Vecchio

Ciao, sono Orazio. Insieme a mio padre, Gerardo, e ai miei fratelli, Luca, Emanuele e Francesco, gestiamo La Bottega del Calzolaio, l'azienda di famiglia che è nata nel 1916. Sono sposato e papà di due meravigliosi bambini, che spero seguiranno le mie orme, come ho fatto io con mio padre. La Bottega del Calzolaio conta oggi 5 punti vendita sparsi sul territorio e un negozio online fornitissimo di prodotti per la cura della scarpa, la cura del piede e cinture da uomo artigianali, di nostra produzione. Tra un lavaggio a secco e una rigenerazione di colore, cerco sempre di ritagliarmi il tempo per scrivere del mio lavoro e darti consigli su come prenderti cura delle tue scarpe e come trattare i tuoi piedi. Se hai bisogno di me, lasciami un messaggio o commenta gli articoli, sarò felice di risponderti! 😉

Altri articoli - Acquista i prodotti su La Bottega del Calzolaio

Seguici su:
TwitterFacebookPinterestYouTube